ROBERTO LUNSeminario aperto a tutti i livelli ed esperienze e non.

La prima parte è un riscaldamento guidato per risvegliare e potenziare le funzioni motorie del corpo e attivare i sensi. Questo permette al partecipante una conoscenza più profonda del corpo e di accedere cosi alla propria memoria fisica, modificandola e arricchendola, scoprendo le grandi potenzialità che il nostro corpo ci mette a disposizione.
Nella seconda fase impariamo le diverse tecniche della contact improvvisation.
Il contatto fisico, rotolare, cadere, seguire, sostenere, sollevare, le leve, le prese, il pavimento come sostegno. Esplorare le varie altezze alle quali ci si può muovere da soli, con uno o più partner. Usare il proprio peso e quello degli altri per una danza dove l’ascolto è fondamentale. Questo lavoro consente una conoscenza più profonda dell’imprinting genetico che guida i nostri gesti per poter poi modificare il nostro linguaggio corporeo.
La terza fase sarà un lavoro minimale e specifico di ricerca del singolo, con un partner o in gruppo, alternando i modi abituali della percezione nella danza, si vuole esplorare come i sensi siano determinanti per il nostro movimento e per la nostra personale visione estetica. Focalizzando la ricerca visiva e tattile si riesce a sviluppare la capacità d’improvvisazione e coreografica passando attraverso il desiderio di comporre la propria esperienza. Ciascun incontro termina con una danza libera (round roboni) e un warmdown (rilassamento).

Accessibile a tutti in cui esperti danzatori allargano la propria conoscenza o semplici hobbisti si divertono a danzare insieme ad altri.

Roberto Lun